DAVERIO IN DUE GIORNI PER CHE COSA SI VIVE

Per una volta il divulgatore non ha parlato di arte bensì del momento più bello e più brutto della vita. La “confessione” in un recente libro di Baraldi ora appare uno spunto di riflessione per chi resta.

Scarica l’articolo in formato .pdf

© Pietro Berra per il settimanale “L’ORDINE”, supplemento culturale a “LA PROVINCIA” nelle edizioni di Como e Sondrio, 12 settembre 2020