PORTFOLIO

NOTE – 23 interviste

23 interviste, una prefazione di Maurizio Solieri e una postfazione di Carola De Scipio. In un eBook.

Le 23 interviste ad altrettanti personaggi variamente distinti sono un crogiuolo di storie vere che appassionano.

Non vi sono barriere fra i musicisti presenti in questo libro e il loro canto, il loro suono, il senso delle loro storie, ci farà percepire come l’umanità abbia ancora la speranza di costruire un futuro migliore e generoso.

Carola De Scipio
Carola De Scipio
regista e scrittrice
“NOTE” è una selezione di 23 interviste a musicisti da me realizzate tra il 2006 e il 2009. Altrimenti disperse tra siti internet e pubblicazioni varie, sono state raccolte, ritradotte e tutte ampiamente rielaborate. La prefazione è del leggendario chitarrista Maurizio Solieri, la postfazione della regista Carola De Scipio.

Gli artisti inclusi sono: John Trudell, Hosoo Transmongolia, Giovanni Rubbiani, Danny “Mudcat” Dudeck, Terry Evans, Cheap Wine, Keith B. Brown, Charlie Musselwhite, Barry Mc Cabe, La Frontera, Marco e Franco Limido, Gene Taylor, Ian Siegal, Joana Amendoeira, Duke Robillard, Beatrice Antolini, Ana Popovic, Les Anarchistes, Eric Taylor, Terem Quartet, Silvan Zingg, Hot Tuna e Lil’ Joe Burton.

L’opera è disponibile esclusivamente in formato eBook.

Edizione Kobo – ePub:
ISBN: 1230001473292
Anno: 2016
@ kobo.com

Edizione Kindle – Mobi
ASIN: B01MRYBCFY
Anno: 2016
@ amazon.it

Note 23 interviste di Massimo Baraldi, prefazione Maurizio Solieri, postfazione Carola De Scipio

Ho cominciato a intervistare musicisti per appagare la curiosità personale, semplicemente seguendo una serie fortuita di congiunzioni relazionali. Facendolo mi sono reso conto del fatto che un artista può esprimersi attraverso le proprie incisioni, ma non sempre chi le ascolta possiede gli strumenti per leggere le storie lì annidate tra un solco e l’altro – circostanza ancora più vera ai tempi del vinile.

E mi sono appassionato. Perché, paradossalmente, il loro lavoro si regge proprio su queste storie, vissute o immaginate che siano: quando anche appartengano a personaggi lontani necessitano solo di essere prima registrate e poi raccontate per consentirci di scoprire, non senza meraviglia, con quanta precisione esse si intreccino ad altre a noi più familiari. E come, tutte insieme, vadano a formare un unico, magico tessuto capace di accendersi di nuovi colori ogni volta che chiudiamo gli occhi.

Massimo Baraldi

La playlist

La musica puoi raccontarla, leggerla o, alternativamente, ascoltarla. Certo, potresti farci un sacco di altre cose, tipo suonarla o ballarla, ma il rischio è di andare troppo in sbattimento.

Quella che trovi qui è una playlist di Spotify e si compone di 23 canzoni, una per ogni intervistato e in rigoroso ordine cronologico. Cliccala.

Grazie alle applicazioni gratuite messe a disposizione da Amazon e Kobo gli eBooks sono visualizzabili su qualunque dispositivo.

Provare per credere.